RECENSIONE ‘DANCE DANCE DANCE’ – HARUKI MURAKAMI

Hello redears! Oggi recensione super interessante di un libro che mi ha incuriosita fin da quando ho letto la trama. Il libro in questione è ‘Dance Dance Dance’ di Haruki Murakami.

SIGNIFICATO DEL LIBRO

Questa è la mia interpretazione personale. Tutto ruota intorno all’ombra del protagonista; l’ombra in Oriente è sempre stata considerata più importante di quanto lo sia per noi occidentali. L’ombra nasconde alcune parti del corpo lasciandone vedere altre e si mimetizza con alcuni materiali scuri. Alcuni materiali brillano all’ombra ed essa con una luce potente non si vede. Si vede soltanto con una luce fioca e nel libro, l’ombra è qualcosa che fa parte di tutti noi. Il Dolphin Hotel esteriormente cambia, ma dentro conserva qualcosa legato al passato. Si può dire sia la stessa cosa che succede al protagonista. Quest’ultimo si lascia trasportare dagli eventi senza sbraitare, seppur siano quasi tutti negativi. Continua a vagare nel passato, a cercare soluzione in esso e a guardare se stesso. Vede degli scheletri in una stanza che rappresentano la morte, il fatto che se continuerà a seguire il passato le cose non andranno per il meglio. Il poeta perde un braccio (una grande perdita) ed è al servizio di Ame, ma vivere per qualcun altro peggiora la situazione. È come vivere per l’ombra e per il passato: si continuerà a stare male. L’amico del protagonista muore perché ha ucciso la sua ombra: è come se avesse ucciso una parte di sé che nessuno può modificare se non scomparendo: proprio come l’ombra. La ragazza nella parte finale, riesce ad entrare nella vita del protagonista, quando lui chiude col passato e lascia entrare la luce, ovvero la ragazza.

RECENSIONE

Addentrarsi nella letteratura giapponese, è come risvegliare la poesia delle cose e delle sensazioni che fanno parte della nostra vita. I personaggi non mi sono stati troppo simpatici, ma la storia è scritta talmente bene che ho divorato il libro in qualche ora. L’autore descrive ogni azione, ogni pensiero nel dettaglio senza risultare banale o noioso. Murakami è esplicito nel descrivere gli atti compiuti dai personaggi, anche quando si ritrovano in situazioni intime. Il libro è ricco di significati, sebbene siano impliciti e debba capirli il lettore andando avanti con la lettura. Il finale è aperto, quindi si conclude il libro, ma non la vita dei protagonisti che il lettore può immaginare. Questo è il bello di molti capolavori giapponesi: la libera interpretazione e il viaggio di formazione. Il libro si conclude dopo più di 500 pagine, ma è veramente un libro che sento di consigliare. Alcuni trovano Murakami troppo spinto, volgare ed esplicito in alcune parti dei suoi scritti. È vero, è molto esplicito, ma concentrarsi su questa caratteristica e dire che il libro è brutto e che è meglio non farlo leggere ai figli appena adolescenti perché troppo volgare (vedi recensioni di utenti su Amazon), mi sembra un’esagerazione. Guardare soltanto questo, equivale a non carpirne il vero e importante significato.

CONSIGLIO!

Se avete intenzione di leggere questo libro, vi consiglio in contemporanea la lettura di ‘Libro d’ombra’ di Jun’ichiro Tanizaki. Esso vi apre gli occhi sulla realtà orientale dell’ombra e vi farà avvicinare alla cultura giapponese.

Link per acquistare ‘Dance Dance Dance’: https://amzn.to/3bwcBoi

Link per acquistare ‘Libro d’ombra’: https://amzn.to/2yF59Za

2 pensieri riguardo “RECENSIONE ‘DANCE DANCE DANCE’ – HARUKI MURAKAMI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...